8 commenti

  1. MariaPia Simonetti
    MariaPia Simonetti at |

    Una proposta, quella del ripristino del sentiero Domianaz-Travod, che giro subito agli amici di Legambiente con una proposta di adozione dell’idea. Grazie Francesco.

    Reply
  2. Paola
    Paola at |

    Merci Francesco,

    comen todzor teu me féi révivre sen què pé no eun coo y-éron le
    tzemen dé quieut lè dzor.

    Reply
  3. Maria Rosa Pinardi
    Maria Rosa Pinardi at |

    Grazie Francesco. Leggo sempre con grande interesse i tuoi articoli.

    Reply
  4. Maurizio Conta
    Maurizio Conta at |

    Grazie Francesco per gli interessanti articoli da cui traspira la passione per la montagna e per la natura

    Reply
  5. Giuseppe Bruno
    Giuseppe Bruno at |

    Gentilissimo Francesco Prinetti.
    Come sempre la descrizione è impeccabile. Grazie.

    Reply
  6. giovanni gallo
    giovanni gallo at |

    Buongiorno caro Francesco (mi permetto di rivolgermi a Lei così…),
    è sempre un vero piacere leggere i tuoi articoli e poi, con calma percorrerne le piste…da appassionato di sassi e natura qual sono. Grazie per la passione che leggo nelle tue righe e per la precisione dei diversi passaggi. Leggo “Andar per sassi” ogni volta che risalgo la valle d’Aosta e la passeggiata al monte Tsalleun è un must per le classi che incontro a scuola.
    Nella speranza di conoscerti prima o poi di persona e di…tornare presto in Valle!
    Grazie e buona domenica.

    Reply
  7. MARIO AUGUSTO TIBERI
    MARIO AUGUSTO TIBERI at |

    Coraggiosi e bravi a farci vedere le testimonianze di un passato che per me e per molti sono ormai irraggiungibili

    Reply

Leave a Reply